martedì 30 aprile 2019

lunedì 29 aprile 2019

Dinghy 12’: Circolo Velico Tiberino, bando Fiasco 2019

https://intranet.federvela.it/sites/default/files/Bando%20Bicchiere%20Fiasco%202019rev1_0.pdf


Per domenica 12 maggio 2019 tutti in acqua davanti al Tiberino, per l’avviso delle ore 13:00. Occhio alle bandiere, ma prima leggete attentamente le Istruzioni di Regata vi forniremo all’atto della formalizzazione dell’iscrizione.Se il vento ci assiste e se proprio insiste, proveremo a farvi correre più di una prova.

I premi ai vincitori saranno distribuiti nel corso della tradizionale “merenda” al Tiberino, alla quale non bisogna assolutamente mancare.
Nei due giorni si corre con il vigente Regolamento di Regata e tutte le regole a corollario, le regate sono valide ai fini della classifica per il campionato zonale.

domenica 28 aprile 2019

Dinghy 12’: Ravenna - Il Meteo" dice no" domenica 28 aprile 2019


Prevista dalle ore 10 una progressiva rotazione del vento verso nord, si completa verso ore 14 con intensità di 13 nodi
ore 10.00
 
ore 14.00
 
 

Giorgio, uomo di mare attento ai segni del cielo correttamente si addobba

 

Alla fine è andata cosi: Le regate non partite sono differite. Non ci saranno altre regate oggi Alle 14.00 la premiazione sotto il tendone del circolo

 
“Coppa nostrana”
 


La Coppa “Leggend” se la prende



La “Coppa nostrana” è una perfetta combinazione per il prossimo Bicchiere e Fiasco al Circolo Velico Tiberino sabato 11 e domenica 12 maggio 2019 – lago di Bracciano, in località Macchia delle Coste
per il bando aprite la pagina attinente del calendario   FIV e questa apri
Yann velocissimo ha sistemato tutto. Un consiglio da chi di Fiaschi ne ha visti tanti già nel prossimo fine settimana fate una visita al Circolo Tiberino per confermare l'iscrizione

 
ITA 1948 Yann Masserotti, erede dell’indimenticabile Sergio, a cui ora spetta il dovere di continuare la tradizione del “Fiasco” progettata dal trio di grandi “Finnisti” Masserotti, Grande, Ghira agli inizi anni 60. Pio Cerocchi, memoria storica della vela sul lago, racconta che Sergio Masserotti arrivo ad Anguillara di con un Dinghy 12’ tutto di legno.  

Redazionale AICD e CV Ravennate
La stagione agonistica del Dinghy 12’ parte alla grande. Lo scorso weekend a Marina di Ravenna, ospiti del Circolo Velico Ravennate, ben 52 timonieri si sono presentati per la prima tappa della Coppa Italia 2019.Tra essi il top della Classe e un ospite d’eccezione, Checco Bruni, timoniere di Luna Rossa, che è sceso in acqua al timone di AICD Sempreverde, il Lillia dell’Associazione di Classe con il quale ha conquistato il secondo posto, dietro al vincitore Andrea Falciola con il Sant’Orsola vintage Superpippo e davanti al terzo, e primo Master, Vincenzo Penagini sul suo Bonaldo di 13 anni Plõtzlich Barabba.La regata, fortemente voluta dal Direttore Sportivo del circolo Matteo Plazzi, è stata un grande successo, nonostante il meteo che ha consentito di disputare solo 3 delle 5 prove in programma.  Domenica infatti, nonostante gli sforzi del valido Presidente del Comitato di Regata Tiziano Rilei che ha fatto trainare tutti sul campo di regata fuori dalle dighe alle 9 di mattina per intercettare una finestra meteo che, in una giornata fortemente perturbata, pareva propizia, ha dovuto poi far rientrare tutti al volo al peggiorare delle condizioni meteo. Giusto in tempo e con qualche difficoltà, compresa una scuffia al traino quando le raffiche sono salite di intensità.
Primo dei Dinghy Classici si è piazzato Italo Bertacca con Abbidubbi davanti ad Alberto Patrone con il suo Damina dalla nuova livrea grigio Finanza e a Stefano Puzzarini con Maxima tutti piazzati tra i primi 10 della classifica. Prima Lady Maria Elena Balestrieri, primo Supermaster (over 75) Roberto Scanu e premio The Legend (80+) a Giorgio Sanzini, entrambi della Flotta Romana.Una curiosità: Checco Bruni è arrivato secondo e ha quindi vinto la sfida con il padre Ubaldo che si è fermato all’11° posto, non senza essersi tolto però la soddisfazione di battere il figlio nella terza prova quando si è piazzato al terzo posto con Checco “solo” quinto.Prossimo appuntamento per la Coppa Italia il 17/19 maggio con il Trofeo Siad Bombola d’Oro a Santa Margherita Ligure/Portofino. Si corre invece questo week end al Lido di Venezia, ospiti dell’AVL, la seconda Tappa del Trofeo Dinghy Classico che segue la prima disputata il 6 e 7 aprile a Le Grazie, grazie al Circolo Velico La Spezia che ha visto un podio formato da Alberto Patrone, Italo Bertacca e Andrea Cito Filomarino.
Soddisfazione tra i partecipanti per le tre prove disputate, con condizioni differenti, e per una perfetta organizzazione a terra curata nel dettaglio dal dinghista Daniele Brasa che con passione ha seguito l’evento col Circolo e una serie di sponsor amici. Le ottime cene del venerdì e del sabato comprese. Molto apprezzati i premi sotto forma di coppe, nel senso di salumi, a partire da quella di 5 kg per il vincitore che ha ricevuto anche il Trofeo Leonardo Berardi.
Ricordiamo che quest’anno l’AICD- Associazione Italiana Classe Dinghy 12’ festeggia i suoi primi 50 anni essendo stata costituita a Rapallo il 27 settembre 1969.

sabato 27 aprile 2019

Dinghy 12' .Ravenna prima giornata; Classifica

 
 
 

 Ravenna 52 iscritti ed un mare di foto praticamente in diretta grazie a Dinghy Regatta



Dopo le tre prove della prima giornata guida la classifica Andrea Falciola, davanti al super campione Francesco Bruni e terzo Vincenzo Penagini distanziati di pochi punti.
Bravi!  i Dinghy della Flotta Romana, "Son finiti i tempi cupi", ben quattro in prima pagina Antonio decimo poi Yann intorno al ventesimo e poi Bobo e Mauro

Quello che mi fa più piacere è vedere tanti Dinghy Classici nei posti alti della classifica

 

Sto dinghetto sta diventando stratosferico
Francesco Bruni 7 titoli Mondiali, 5 Europei e 15 Nazionali in varie classi, dal Laser all’altura, dalla Star al 49er ed è stato primo nel ranking mondiale ISAF di Match Race nel 2011. Ha partecipato a tre olimpiadi ed è vicecampione del mondo nella classe Moth. e vanta ben 5 America’s Cup, di cui 4 con Luna Rossa.
 
 
Giorgio Sanzini

 
Antonio, Yann e Bobo


ITA 1948 Yann e 2220 Antonio finalmente con i colori della Flotta Romana
 

Regatare con un Dinghy in giro per l’Italia non vuol dire solo agonismo: Antonio Loretano i mosaici di Ravenna e Italo Bertacca la bellezza della laguna di Comacchio

 
 

mercoledì 24 aprile 2019

Dinghy 12' Parte da Ravenna la Coppa Italia 2019

https://www.cvr.ra.it/wp-content/uploads/2019/03/agg_20032019_Bando-di-regata-standard-Marina-di-Ravenna-2019.pdf

 
 
Prevista buona partecipazione della Flotta Romana: Yann, Antonio, Giorgio, Mauro, Giampiero, Bobo, insieme a don Gaetano da Napoli. Ricordiamoci sempre che la flotta AICD è del Tirreno Centro Meridionale, prima o poi son sicuro che la flotta napoletana si rimetterà in moto. Quelli della mia generazione ricordano infinite battaglie con i Napoletani in tante classi FJ, FD, 470, Finn, certo alcuni di loro hanno raggiunto altissimi livelli: olimpiadi Coppa America ecc., ma un Lamaro, un De Luca, o un Campobasso prima o poi un giretto sul Dinghy se lo devono fare, sicuramente l’AICD la barca la mette a disposizione. Tanti anni fa son tornato a riarmare un Dinghy 12’ proprio grazie a un campione e velaio napoletano Montuori, avevo ordinato un gioco per 470, alla fine sono uscito dalla veleria, con la sola randa del 470 ed una bella randa per il Dinghy, Lorenz lo ha dimostrato la barca dell'imprinting non si molla mai.


lunedì 15 aprile 2019

Dinghy 12’: Gaeta 13 e 14 /4/ 2019. Prima regata campionato IV zona 2019


Il Golfo di Gaeta regala sempre un gran spettacolo anche nelle giornate, come quelle di questo fine settimana, caratterizzate dal passaggio di temporali .

Nel mio stadio del mare ho una tribuna riservata, in alto a Gaeta vecchia “la finestra dell’amico Carlo, dinghista “legnaiolo d’annata” ma più uomo di mare che regatante”
In alto i 420 nella regata del circolo VelaViva di Formia in basso l’incrocio fra i Dinghy 12’ in bolina e i Finn già sul lato di poppa nella regata dello YC Gaeta.

Dopo due giorni caratterizzati da lunghe attese per un meteo non particolarmente felice dopo quattro prove è finita a pari punti fra Ubaldo Bruni 6 (1,7,1,4) e Marcello Piccirillo 6 (2,2,2,11), entrambi bravissimi sempre regolari in terzo don Gaetano Allodi 10 (4,11,4,2).  Un bravo va anche ad Antonio Loretano e Bobo Scanu che si prendono la soddisfazione di un primo, Antonio nella 2° prova, ridotta con arrivo alla seconda bolina e Bobo nella quarta prova.


 
l podio 2°Marcello Piccirillo, 1°Ubaldo Bruni, Luca Simeone il padrone di casa perfetto organizzatore della regata, Antonio Loretano 4° ma qui fa la parte di Gaetano Allodi 3°

I meglio della Flotta Romana, quelli sempre pronti a partire con le barche sul carrello. Da sinistra Giampiero, Stefano, Bobo, Antonio, Mauro, Paolo, Yann
 
________________
 

Ho come al solito selezionato un po’ di foto per i negazionisti di facebook

Ubaldo Bruni ITA 2322 CC Ruggero di Lauria
 
Marcello Piccirillo ITA 1942 YC Gaeta
 
 
Gaetano Allodi ITA 1990 LNI Napoli
 

Antonio Loretano ITA 2220 CVTiberino
 


Yann Masserotti ITA 1948 CVTiberino
 

Roberto Scanu ITA 2125 CV Ali 6
 
Calzecchi Mauro ITA 2375 CVTiberino
 
Giampiero Braccini ITA 2015 AV Bracciano
 
Pietro Viola ITA 2666 YC Gaeta
 
Stefano Marini ITA 2155 RCC Tevere Remo
 
Paolo Trambaiolo ITA 2106 Compagnia della Vela di Roma
 


 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 


domenica 7 aprile 2019

Golfo dei Poeti. AICD Dinghy 12’ Classico 1 tappa del Trofeo Dinghy Classico 2019


Oggi no vento niente regate la classifica rimane quella di ieri con la vittoria di Alberto Patrone su Damina davanti ad Italo Bertacca su Abbidubbi

https://photos.google.com/share/AF1QipO2iCnxeuSkD2jOsD4vACwxTBA1_6YRFgiwIiQYSKh5BAaJ8Blt6HKUL6hs24Tr5g?key=djJsSXUxc3JuOWZjcVpXZmlQNm41c1JUSkNFYVVB
 
 
Quelli della Flotta Romana
 

Giangi d’Ardia

Gone With the Wind ITA 2184
Giorgio Sanzini  MAF ITA 1951
 
Francesco di Tarsia
Gabbiano Pensatore ITA 2242




Luca Napoli Pegaso ITA 1971
 
redazionale da AICD - Dinghy12' Classico
 
Le Grazie (SP) inaugura la stagione del Dinghy 12' Classico.
 Lo scorso weekend del 6-7 aprile nel meraviglioso scenario delle Grazie, uno dei seni del Golfo dei Poeti, ventiquattro Dinghy 12' Classici sono scesi in acqua per la prima delle cinque tappe del XVIII Trofeo del Dinghy 12' Classico
Come lo scorso anno il Circolo Velico La Spezia, coadiuvato dalla sezione vela del locale Circolo Forza e Coraggio, è stato un anfitrione impeccabile nella organizzazione dell'evento. Giove pluvio ci ha però messo lo zampino nella giornata di domenica per cui solo due delle quattro prove previste sono state disputate nel primo giorno di regate.
 Partenza della prima prova con vento da 140° e grandissima prestazione del veneziano Marino Barovier (AVL) su "Vintage Only" che, complice un bel destro, va a vincere d'autorità. Secondo classificato Fabio Mangione (C.N. Rimini) su "Al" e terzo Andrea Cito Filomarino (C.V. Levanto) su "Splendore".
 Seconda prova con vento in crescendo che vede l'affermazione di Alberto Patrone (C.V. Cogoleto) su "Damina" seguito da Italo Bertacca (S.V. Viareggina) su "Abbidubbi", vincitore del Trofeo nello scorso anno, e da Toni Anghileri (Canottieri Lecco) su "Absolutely Free".
 La classifica finale risultante dalla sommatoria di queste due prove è:
1. Alberto Patrone (C.V. Cogoleto) "Damina"
 2. Italo Bertacca (S.V. Viareggina) "Abbidubbi"
 3. Andrea Cito Filomarino (C.V. Levanto) "Splendore".
Una cosa è certa: se il buongiorno si vede dal mattino, questo sarà un Campionato davvero combattuto e molto interessante.
 Da notare alcune new-entry: Roberto Dal Poz legnaiolizzato su "Pina Bausch", un Colombo del 1991 e una vecchia conoscenza della Flotta Romana, Giorgio Sanzini su "Maf", un magnifico Patrone degli anni '60.
 Il dinghy al femminile quest'anno vedrà una bella e sportiva competizione tra Francesca Lodigiani (C.V. Santa Margherita Ligure) su "Obi-Wan-Kenobi" che questa volta ha avuto la meglio e l'olandese Patricia Surendonk (KWVL) su "Hydra II". Attendiamo con impazienza anche il rientro di Paola Randazzo (C.V. Sicilia), più volte campionessa italiana e la sua "Strepitosa 3"
 Prossima tappa Venezia Lido 4-5 Maggio prossimo.