domenica 20 agosto 2017

Santa Margherita i Dinghy 12’ “no ferie” anche d’agosto si divertono


Sabato 19 agosto 2017, nella prova del Trofeo Renato Lombardi Vittoria di Vincenzo Penagini davanti Luigi Gazzolo e Maurizio Manzoli

 

http://www.circolovelicosml.it/calendario/201708192231540.Classifica%20Generale%20CAMPIONATO%20DEL%20TIGULLIO%202017%20-%20TROFEO%20RENATO%20LOMBARDI.pdf
 
 


 
Domenica 20 agosto 2017: Nonno e Nipote il vero spirto del dinghy 12’
 
 
 
 
 

sabato 19 agosto 2017

Bando Settembre sul lago 16, 17 settembre 2017

http://avvv.it/regate/avvv_bando-settembre-sul-lago-2017/
 
 
Settembre sul lago, un ottimo e tradizionale appuntamento per i nostri Dinghy 12' la prima domenica sono ancora a Gaeta ma il fine settimana successivo è perfetto, quindi credo che sia opportuno che la classifica dei Dinghy 12' sia fatta nel secondo fine settimana il 16 e 17 settembre 2017
 


Dinghy 12',52^ REGATA DEL CANALONE


Ancora una volta il Dinghy 12’ è alla 52^ REGATA DEL CANALONE, grazie ad Paolo Ermolli, Stefano Bagni, Paolo Corbellini, bravi “ragazzi” complimenti per la partecipazione.

venerdì 18 agosto 2017

Dinghy 12',Campionato IV zona FIV Gaeta 2/3 settenbre 2017

Naturalmente alla regata possono partecipare anche concorrenti di altre zone Fiv che sono già a Gaeta per il Campionato Nazionale
 
 

martedì 15 agosto 2017

Un post di Enrico Papa: “FERRAGOSTO DINGHY MIO NON TI RI-CONOSCO”


Avendo io una certa eta’, quando devo pagare, fatalmente faccio sempre riferimento alla lira.
 A Settembre vorrei andare a fare il campionato italiano Dinghy a Gaeta, non certo per vincere, tanto per partecipare, per avere il piacere di stare assieme a voi dinghisti e dinghiste ( io sono della categoria che preferisce le dinghiste) ma leggo sul bando che la tassa per potere accedere al privilegio di fare il “guardone” e’ di 120 Euro quindi 240mila lire ! Li morte’, dico fra me ! ( Tipica espressione romana, abbreviata)
 Inoltre penso che mi piacerebbe invitare mio figlio, che risiede all’estero, a partecipare al campionato di Gaeta (per risollevare un po’ in classifica le sorti della famiglia), quindi altre 120 Euro per un totale di 240 che fanno 480 mila lire. “Tacci tua “... ridico fra me (variazione della predetta espressione ) e mi viene in mente quando partecipare ad una regata costava 30/40 mila lire, 15 Euro ! ( Certo senza i presuntuosi ristoranti di oggi .. ma chi se ne frega, gia’ tanto il giorno dopo il piu’ delle volte stai male !)
 E qui arriva la mia considerazione di ferragosto, tanto per mettervi di buon umore si capisce ...
 Capisco che alla Randazzo e non solo “ nun je ne po’ frega’ de meno” ; ma io che percepisco una pensione misera la considerazione che faccio e’ che praticamente piu’ della meta’ andrebbe solo per iscriversi alla regata di Gaeta ! Che faccio ? Esserci o non Esserci ?
 Ma stattene a casa…la tua e’ incoscienza totale direte voi . Si lo so e’ incoscienza ! Ma e’ anche vero che l’incoscienza il piu’ delle volte e’ amore perche’ “ l’amore nasce dalla incoscienza e dall’istinto la cui luce non si lascia oscurare dalla grigia ombra della razionalita’ “ dice Shakespeare in Romeo e Giulietta , per cui miei amati-odiati dinghisti e dinghiste non rompetemi sempre il cazzo alle boe di poppa, perche’ gia’ci arrivo nervoso. Consideratemi un regatante in prestito e datemi sempre acqua !
 Buon ferragosto ed Evviva a tutti quelli che nel Dinghy cercano “l’oltre”.. (qualche cosa d’altro…) e ce ne sono, ce ne sono…io mi propongo segretario di tutti questi “desaparecidos”. Ah , ah, il segretario dei ciompi. Bella questa.
 PS
 (ma se fossimo in 100, dico io, come la segreteria si augura, il Club di Gaeta intascherebbe 12000 Euro … 24 milioncini… ! Li mortacci sua .. ecco mo l’ho detta tutta ( per i facenti parte dei laghi prealpini c’e’ la spiegazione su Wikipedia )
 Papa ma le regate costano perche’ noi dinghisti pretendiamo un sacco di servizi , mi dice Fabrizio Cusin su WhatsApp… Ah si ! Pretendiamo un sacco di servizi ? Ma vuoi vedere allora che a Gaeta, niente niente, questa volta ci saranno anche un paio di odalische che ci faranno la danza del ventre ?! Allora si che mi voglio rovinare, ci vado eccome se ci vado ... e lo voglio dire anche al Bertacca lo voglio dire…
PS
 Piccolo consiglio per risparmiare: ma a che cosa serve ogni volta smontare e ripesare la barca… la mia Giannina ITA-65 che e’ del 1932 si e’ stufata di essere sempre smontata e ripesata ! E’ sempre la stessa da 85 anni e cosi’ anche quella di tanti altri… non potremmo fare una autocertificazione come si usa oggi ed in caso di dichiarazione mendace venire espulsi per sempre dalla classe ! Ao siamo dinghisti , basta la parola ! Nooo ? No, pare di no, mi dicono dalle cucine ! (e.p.)
 



 

Dinghy 12’Flotta Romana
D’accordo Enrico le regate costano e un poco noi vecchi non ci riconosciamo più nella classe che come fa notare Pino De Marte i nostri appuntamenti sono più un evento che un fatto sportivo.
Ragioniamo un attimo sui costi di una regata 1) la cena sociale 30 euro a concorrente, i premi 300 euro

La sicurezza è importantissima la nostra flotta è variegata abbiamo concorrenti da 14 a più di ottanta anni e come media nelle nostre regate gli over 65 sono la maggioranza, ciò comporta che per i Dinghy 12’ le barche appoggio devono essere numerose anche perché tanti nostri bravissimi regatanti vincono le regate ma non riescono a cavarsela da soli in caso di scuffia e bloccano minimo due barche appoggio. Quindi prevedendo una barca appoggio ogni sei concorrenti il costo con 50 concorrenti supera i 2000 euro a giornata.
 In più ci sono i costi dei giudici di regata e degli stazzatori.Anche la soluzione di Italo Bertacca non riduce le spese, dimmi dove vai a mangiare con meno di trenta euro.

Relazione di Rick Bischoff sulle norme della sicurezza
Se è un uomo, donna o bambino che è in pericolo in acqua durante una regata, è compito del Comitato di Regata per essere pronti ad aiutare. E 'molto importante stabilire procedure che coinvolgono la sicurezza e il soccorso delle persone che partecipano a regate.
La Regata Chair complesso ha bisogno di essere pronti per l'azione. In un cerchio regate multipla, gli Ufficiali Principal Race ("pro") devono nominare un "responsabile della sicurezza" per ogni corso insieme ad altro personale di sicurezza e barche di sicurezza. Tutti Coach barche devono essere consapevoli che essi potrebbero essere "richiamati" per aiutare in una situazione di crisi.
Il responsabile della sicurezza dovrebbe coordinare e comunicare con il Boat Signal. Tutte le comunicazioni on-the-acqua deve passare attraverso la barca segnale avrà una maggiore capacità di comunicazione e di personale per registrare i dati e, se necessario coordinare ulteriore risposta.
Il designato la sicurezza delle imbarcazioni (s) deve essere presidiata da non meno di due persone e dovrebbe essere un gommone che può essere manovrato in spazi ristretti e di dimensioni adeguate per portare a bordo qualsiasi persona dall'acqua, consapevole o meno. Inoltre, il designato la sicurezza delle imbarcazioni (s) deve tutto il trasporto di un sacchetto di "Safety Gear" per essere in grado di rispondere efficacemente alle situazioni previste.
Il seguente acronimo è consigliato per le procedure di salvataggio ... ACRCR. Quelle iniziali stanno per VALUTARE, COMUNICARE, RISPONDERE, COORDINATA E RITORNO.
1. Valutare e individuare la natura e il tipo di emergenza; determinare quante persone sono coinvolte e se ognuno è rappresentato; determinare se la situazione comporta una ferita e la gravità di tale pregiudizio.
2. Comunicare con il Boat segnale che esiste una situazione di emergenza e fornire la sua valutazione.
3. RESPOND e prendere le opportune misure di emergenza e di soccorso.
4. coordinare le attività di recupero e le comunicazioni con la barca del segnale, l'Ufficio Club, il personale d'emergenza e gli altri a contribuire alla determinazione di se qualsiasi persona lesa (s) deve essere trasportato a riva per le cure di emergenza.
5. RETURN persona ferita (s) a un punto landside designato che è accessibile in ambulanza e comunicare lo stato e la condizione di banchina e di emergenza personale per realizzare appuntamento. Riferire alla barca Signal di aver completato il vostro compito e chiedere ulteriori istruzioni.
Controllare i marinai loro attrezzi prima di lasciare la banchina, barche designati come barche di sicurezza devono essere pronti a tutto con più gente addestrati in CPR.


---------------------



 
Enrico vieni a Gaeta anche con tuo figlio olla nostra età il nostro motto deve essere quello dei versi di "Antonio Ruiz Costa 1978" . Anche se ci costa un sacco di soldi.

Concedetemi ancora una brezza
che mi porti come un tempo
lontano dal mondo
libero di andare col silenzio del vento...
... nell'az...zurro del mare...   "Antonio Ruiz Costa 1978"

martedì 8 agosto 2017

CAMPIONATO DEL TIGULLIO 2017 DINGHY 12’: QUARTA GIORNATA


CAMPIONATO DEL TIGULLIO 2017 DINGHY 12’: QUARTA GIORNATA

 

8 agosto - Sabato scorso, si è svolta a Santa Margherita Ligure la Quarta Giornata del Campionato
 del Tigullio Dinghy 12’, Trofeo Renato Lombardi.

 Nonostante il caldo torrido ed il periodo di Ferie le Barche partenti sono 25, aspettiamo le 11,30 per andare in acqua chiamati dalla Barca Giuria. Procedure di partenza e calo dell’aria nell’ultimo minuto, forse ci stava un annullamento, ma il Comitato temendo che la brezza sarebbe stata di breve durata ci fa partire.
Buona la partenza in Barca Giuria per un Gruppetto di cinque Dinghy che si alternano nelle posizioni di testa. Percorso ridotto alla seconda Boa di Bolina per il vento in calo, la Classifica vede Primo Vittorio D’Albertas, poi Filippo Jannello, Aldo Samele, Titti Carmagnani, Andrea Falciola.

 Il Comitato ci manda a terra, siamo già rosolati al punto giusto.
 Per i più coriacei domani LUI & LEI. E la Quinta Giornata del Campionato il 19 Agosto.
 Classifica dopo 8 prove http://www.primazona.org/Dinghy%2BLaser_Tigullio2017_dopo8.…
A presto. fabio.

http://www.primazona.org/Dinghy%2BLaser_Tigullio2017_dopo8.pdf


 

Dinghy 12' lo YC Gaeta EVS ha aggiornato la pagina del campionato nazionale

Flotta Romana Dinghy 12’ regata zonale 2, 3 Settembre al YC Gaeta


 



Flotta Romana Dinghy 12’ regata zonale 2, 3 Settembre al YC Gaeta  
La nostra Signora del Dinghy dalla sua rubrica del Messaggero invita la Flotta Romana dei Dinghy 12’ ha allenarsi per il prossimo campionato nazionale di Gaeta, ma? credo che sia difficile con questo caldo, sul lago ieri alle 16, 42° nonostante un bel vento sui 14 nodi.
Tutta la preparazione per il campionato è rimandata a sabato 2 e domenica 3 settembre alla zonale di Gaeta.
Il nostro Capo Flotta Yann ci informa:
 

 
 

 

 

 

lunedì 7 agosto 2017

I Dinghy 12' di Francia e Svizzera agli appuntamenti sul Lago di Ginevra



Doppio appuntamento di barche classiche  sul Lago Lemano a cui hanno partecipato anche i Dinghy 12’ Classici. La Tour-de-Peilz è un comune del Canton Vaud nella parte svizzera del Lago Lemano. Mentre Sciez è un comune francese dell'Alta Savoia della parte francese del lago.



Al Doppio appuntamento di barche classiche sul Lago Lemano hanno partecipato anche i Dinghy 12’ Classici di tre nazioni Francia Svizzera e Olanda

 
 
 
Una bella partecipazione francese e svizzera, niente i dinghy classici italiani un vero peccato che nessuno di loro contribuisca all'internalizzazione del nostro Dinghy 12'.
 
 
 
 
Il prossimo appuntamento dei Dinghy 12’ francesi è per la MONACO CLASSIC WEEK – LA BELLE  CLASSE allo YC Monaco dal 15 al 17 settembre, speriamo con una qualificata presenza dei Dinghy classici italiani

mercoledì 2 agosto 2017

Dinghy 12’. Primo Trofeo Alto Adriatico

https://www.facebook.com/ezaffalon/videos/10155601015609618/

Si è svolto, sabato 29 e domenica 30 il primo Trofeo Alto Adriatico della Classe dinghy 12 piedi a cura della Lega Navale di Monfalcone.
Eravamo già stati ospiti della medesima e anche in questo caso abbiamo apprezzato l'ospitalità dei padroni di casa, ottima pure l'organizzazione e la conduzione della manifestazione da parte dei giudici d gara.
Sabato la giornata molto calda ci ha riservato una leggerissima brezza per la prima dele regate per poi aumentare nella seconda e terza, dandoci motivo di divertimento. Come al solito Massimo Schiavon ha dato il meglio di se piazzandosi primo nelle tre prove seguito da David Poljsack , Fausto Pierobon e Marco Durl che si sono giocati la seconda e terza posizione molto incerta fino all'ultima prova di domenica.

 Si è quindi conclusa con 1° Massimo Schiavon, 2° David Poljšak, 3° Marco Durli a pari merito con Fausto Pierobon.Sabato la giornata molto calda ci ha riservato una leggerissima brezza per la prima dele regate per poi aumentare nella seconda e terza, dandoci motivo di divertimento. Come al solito Massimo Schiavon ha dato il meglio di se piazzandosi primo nelle tre prove seguito da David Poljsack , Fausto Pierobon e Marco Durl che si sono giocati la seconda e terza posizione molto incerta fino all'ultima prova di domenica.

Si è quindi conclusa con 1° Massimo Schiavon, 2° David Poljšak, 3° Marco Durli a parimerito di Fausto Pierobon