mercoledì 20 giugno 2018

Nel fine settimana Nazionale Dinghy12’ sul Garda a Brenzone

http://www.circoloacquafresca.com/wp-content/uploads/2018/04/Bando-nazionale-Dinghy.pdf
Elenco Iscritti
http://www.circoloacquafresca.com/evento/regata-nazionale-dinghy/
 
A difendere i colori della Flotta Romana il solo Enrico Papa del CC Tevere Remo, speriamo che prima o poi i nostri capiscono che le nazionali "sanno da fare" una volta avevamo i "mejo" in casa ora non più, per migliorare li dobbiamo andare a cercare in trasferta

domenica 17 giugno 2018

Dinghy 12’ nel fine settimana hanno regatato a Mondello, Santa Margherita, Bracciano, Caldonazzo, Cervia




 


Bracciano: Trofeo Multiclasse Amici Velici Vigna di Valle


 
 

Il podio Antonio Loretano, Mauro Calzecchi, Yann Masserotti

Purtroppo il cambio di data di Santa Marinella ha creato questa fila di regate di tre settimane di seguito, e naturalmente ne ha sofferto la partecipazione ma i “meglio” cerano tutti, con il gradito rientro di Massimo Provini dopo una lunga pausa.
Antonio come al solito quando è in giornata non lo prende nessuno, Mauro Calzecchi e Yann Masserotti hanno confermato le attuali buone prestazioni.
 

 










Santa Margherita 1°provaTrofeo Lombardi 2018

Si sono disputate entrambe le prove in programma, la prima con vento leggero, la seconda con un bel vento teso sui 10/12 nodi, Due belle prove con percorso più lungo del solito visto che quest’anno sono previste due prove al giorno anziché tre. Filippo Jannello ha vinto con autorevolezza la prima regata, lanciando forte e chiaro il segnale che è sua ferma intenzione riconquistare il Trofeo Renato Lombardi assegnato nel 2017 a Vincenzo Penagini. La seconda prova, col vento rinfrescato, è andata invece all’airone Vittorio d’Albertas che si è imposto con un bel vantaggio. Interessante la lotta dietro ai due big, che ha visto battagliare Aldo Samele Acquaviva, con un 2° e un 5° al terzo posto di giornata, seguito a un punto da Fabrizio Bavestrello e a quattro da Andrea De Santis. Discorso a sé per il 6° classificato e cioè Mark Bethwaite, un signore di Sydney con un curriculum velico che mette in soggezione e spazia da due Olimpiadi in Flying Dutchman, a due titoli mondiali assoluti (Soling e J 24) a 10 titoli mondiali Master Laser. Mark è salito su un Dinghy 12’, il bel Santorsola “Più 200” che gli ha messo a disposizione Vinz Penagini (accomunato a Mark da un bel passato in Flying Dutchman) per la prima volta e nonostante “tutte quelle regolazioni” rispetto all’essenzialità del Laser, ha subito messo nella scia 20 dinghisti di lungo corso….

Il Campionato del Tigullio vede anche la partecipazione dei Laser. In questa prima giornata erano presenti in tre e dopo le due prove di sabato sono in testa a pari punti Alessandro Repetto e Franco Fondi.

 Quelli del Tigullio

 


 

Coppa Tre Porti 2018  Santa 17 giugno 2018

Si aggiudica la Coppa Tre Porti Federico Pilo Pais davanti a Aldo Samele e Andrea Falciola

 


 
------------------------------

68° TRIDENTE D’ORO – Classifiche e immagini.

Accettabili condimeteo hanno consentito nel fine settimana lo svolgimento di quattro prove nei due giorni di regata programmati per il 68° Trofeo “Tridente d’oro”.
 

Dinghy 12’ Flotta Romana: Ciao Gianni

 
Un altro di noi se n’è andato nel regno dei cieli. Probabilmente pochi Dinghisti della flotta di oggi si ricordano di Gianni Meschini ma posso dire che senza di lui, forse la Flotta Romana non sarebbe esistita. Fu lui che alla fine degli anni novanta ripristino un vecchio Dinghy 12’ e convinse Giulio Alati e Riccardo Provini a fare la stessa cosa, la leggenda vuole che li scovarono fra i tori della maremma nel mitico deposito del grande Zamorani, ex coppa America (vedi Il Dinghy). Arrivarono sul lago di Bracciano grazie a Sergio Masserotti e Giorgio Pizzarello che al CV Tiberino organizzavano le prime regate.

Oltre al Dinghy, Gianni e il fratello Paolo hanno armato tante barche la più famosa è stata sicuramente “Caccia alla volpe” di 13,50 metri un progetto a spigolo di Vallicelli, realizzarono anche piccola barca rivoluzionario il Farr 640, progettato dal mitico Bruce, è dotato di albero rotante senza sartie e nessuna vela a prua.

 

 

mercoledì 13 giugno 2018

Dinghy 12’ 9, 10 giugno 2018 in Olanda tre eventi e tre vincitori



I Dinghisti olandesi sono molto orgogliosi del numero di partecipanti nei tre eventi, weekend del 9-10 giugno nel Loosdrecht del Twaalfvoetsjollenclub a Westen 40 iscritti, nel Langweer (Noord) 17 Dinghy e Summer Regatta, WV Braassemermeer 10.  Sessantasette partecipanti, un bel record per barche tutte di legno. Se poi sommiamo anche i Dinghy 12’ Classici di Rimini: 27 e Carnac: 6, che regatavano negli stessi giorni facciamo 100. Viva, in Europa, la leggenda del Dinghy continua.
 

martedì 12 giugno 2018

Dinghy 12’ Francia CARNAC 9 et 10 juin 2018


CARNAC (sud Bretagne) régates du WE 9 et 10 juin 2018

 

In Francia ormai c’è una flotta di Dinghy 12’ ben organizzata ed Alix Noel puntualmente ne illustra l’imprese a Venezia siamo stati impressionati dall'impresa  del Bretone Remy Arnaud (Yacht Club La Boule) che ha messo in riga tutti i nostri .


A Carnac hanno regato insieme Dinghy 12’ e Classici

domenica 10 giugno 2018

XVII Trofeo Dinghy 12’ Classico, Classifica finale Rimini



Rimini on the rocks

Dinghy Flottaromana ha condiviso : Redazionale AICD - Dinghy 12' Classico martedì 12 giugno 2018

Si è svolta a Rimini la terza tappa del XVII Trofeo del Dinghy 12’ Classico nello scorso weekend del 9-10 Giugno.
Come ormai da tradizione, stante la magnifica accoglienza del C.N. Rimini ed una logistica di riferimento per barche, auto e sistemazioni alberghiere, è stato un evento dal sapore molto conviviale che ha regalato benessere ai 27 dinghisti intervenuti nonostante diverse assenze dovute alle cause più disparate ma tutte più che giustificate.
Insieme alla nostra regata, l’AIL, Associazione Italiana contro le leucemie, linfomi e melanoma ed il C.N. Rimini si sono adoperati per avvicinare i ragazzi in cura al nostro sport, per attuare quella che loro chiamano vela-terapia, una medicina indiscutibilmente molto efficace. I regatanti hanno con piacere sostenuto questa bella iniziativa ed il Presidente dell’AIL ha gentilmente donato alla Classe un ricordo dell’evento.
Andiamo alla cronaca. Nella giornata di sabato un forte vento di maestrale ha inizialmente impedito la discesa in mare ma col passare delle ore, una sua progressiva attenuazione ha consentito lo svolgimento delle due prove in programma. Condizioni di mare molto formato e di vento in calo con forti correnti hanno reso il campo di regata molto tecnico e difficile da interpretare. Il più bravo a farlo è stato Italo Bertacca (S.V. Viareggina) su “Abbidubbi”che con due primi posti nelle due prove ha lasciato ben poco spazio alla fantasia
Reduci dalle fatiche del pomeriggio, i dinghisti sono stati accolti da una eccellente cena servita nella terrazza del Club. C’erano tutti, anche la famiglia Bertacca al completo con Bertacchina al seguito. Un momento ludico ci vuole sempre e, per dirla con il nostro amico Uberto (Capannoli): “.....e l’uomo vive...!”
A proposito di Uberto, finalmente si è rifatto vivo a bordo della sua vecchia “Gigiballa”, rispolverata per l’occasione.
Seconda giornata di regate alla domenica in condizioni di vento leggero con onda e correnti.
Ottimo il Comitato di Regata presieduto da Claudio Brolli che anche nella seconda giornata è stato perfetto e tempestivo anche nel segnalare cambi di percorso.
Per ciò che attiene alla classifica, Italo Bertacca ha avuto vita dura per contenere uno scatenato Alberto Patrone (C.V. Cogoleto) su “Damina” ma alla fine l’ha spuntata per soli due punti. Sempre in grande spolvero il sempreverde Vincenzo Penagini (YCI) su “Spirit of Falena finito terzo e la new entry Andrea Filo Citomarino (Vela Club Levanto) che gli ha conteso fino all’ultimo bordo la terza posizione. Subito dietro ed a pari punti nell’ordine, Toni Anghileri (Canottieri Lecco) su “Absolutely Free” e Fabio Mangione (C.N. Rimini) su “Al”.
Alla premiazione Maurizio Tirapani ha assegnatocome ormai d’abitudine il suo premio non competitivo a Giangi D’Ardia (Sailing Team Bracciano) per la signorilità dimostrata sul campo di regata. Giangi, al secolo Giangiacomo, dopo strenua lotta si è aggiudicato l’ormai ambito “Cucchiaio di legno” riservato al timoniere classificatosi in ultima posizione. Quando si dice spirito de cubertiniano...
Inoltre allo svizzero Frederic De Rutté (FFV) è andato un riconoscimento per l’affetto e per i kilometri percorsi nel seguire l’intero Trofeo del Dinghy Classico.
Analogo riconoscimento è andato ad Andrea Falciola (C.V. Santa Margherita Ligure), notissimo timoniere della Classe che ha finalmente rispolverato uno dei suoi dinghy di legno e lo ha portato in regata nel Trofeo. Speriamo di rivederlo in altre numerose occasioni.

Ecco l’elenco dei premiati:
CLASSIFICA ASSOLUTA
1. Italo Bertacca (S.V. Viareggina) Abbidubbi
2. Alberto Patrone (C.V. Cogoleto) Damina
3. Vincenzo Penagini (YCI) Spirit of Falena
4. Andrea Cito Filomarino (Vela Club Levanto) Splendore
5. Toni Anghileri (Canottieri Lecco) Absolutely Free
CLASSIFICA IMBARCAZIONI VETERAN (1913-1975)
1. Fabio Mangione (C.N. Rimini) Al
2. Roberto Armellin (Omerus Onlus) Pippo II
3. Francesco Vidal (CdV Mestre) Mogador
 CLASSIFICA IMBARCAZIONI VINTAGE (1976-1999)
Luca Napoli (A.V. Santa Severa) Pegaso
Marco Colombo (C.V. Bellano) O Terror Do Mundo
Giuseppe De Marte (C.V. Bellano) Rabetta
CLASSIFICA MASTER
Vincenzo Penagini (YCI) Spirit of Falena
Attilio Carmagnani (YCI) Karma-Sutra
Luciano Landi (C.V. Bellano) Milonga
SUPERMASTER
Roberto Armellin (Omerus Onlus) Pippo II
EQUIPAGGIO FEMMINILE
Patricia Surendonk (KWVL) Hydra II
EQUIPAGGIO DOPPIO
Paolo Briolini - Cristiana Di Segni (C.N. Rimini) Scignoria

 

Dinghy 12’ Santa Marinella Trofeo Angelici Classifica finale

 

Dinghy 12’ Santa Marinella. Due belle giornate, “di quelle che ti allungano la vita di un paio d’anni”. Sara stato il nome della regata Trofeo Angelici ma era tempo che non vedevo tanti volti sorridenti alla fine di una regata. Il Circolo Nautico Guglielmo Marconi ci ha preparato un campo di regata regolare ad un tiro di schioppo da terra, varo e alaggio con assistenza e scivolo funzionale, grandi spazi per macchine e carrelli, Yann e Antonio in settimana avevano portato tante barche dal lago quindi un bel numero di partecipanti.  

Il sabato era cominciato con un po’ di preoccupazione il vento sembrava sopra i limite della classe ed addirittura qualche equipaggio è tornato a casa in anticipo, ma poi è stata tutt’altra storia. Due belle prove, vento “quasi una termica” da 5 a 7 nodi, vittorie di Gaetano Allodi e di Yann Masserotti, la sera tutt’ invitati a casa Lo Sardo per una sontuosa cena.

Domenica a mezzogiorno le barche già scendevano in mare con Tolotti, Marini e Giorgio Pizzarello “spettatori rosicanti”.  La prima prova la vince Antonio Loretano che quando sfugge dal gruppo trova assetto e velocità dietro di lui Yann e don Gaetano. Nella seconda continua i duello tra Masserotti e Allodi, si controllano tanto che alla fine la prova la vince Paolo Trambaiolo alla sua “prima” tra i Dinghy 12’ dopo solo pochi mesi di rodaggio.


I duellanti Yann Masserotti e don Gaetano Allodi,  pari - pari Antonio Loretano e Paolo Trambaiolo
La classifica finale vede 1° il napoletano Allodi bravissimo nel controllare gli avversari ed ora con vela nuova è anche veloce, secondo separato di un solo punto Yann Masserotti, 3° Loretano e Trambaiolo a pari punti.

Il Podio


1°Gaetano Allodi, 2° Yann Masserotti, 3° Antonio Loretano


http://www.squadraditerra.it/albums/dinghy-e-meteor-9-e-10-giugno-2018/content/img-0145/

Trofeo Dinghy 12’ Classico, Classifica Provvisoria Rimini Sabato 9 Giugno 2018